SCUOLA, PUGLISI (PD): GELMINI NON CE LA FA CON LA FISICA MA ANCHE CON L’ARITMETICA

Stupisce e addolora constatare che un ministro esulti per l’aumento dei non ammessi agli esami  di terza media e di maturità. Perché non prova a chiedersi se le scuole avevano a disposizione i fondi sufficienti, come più di un dirigente scolastico ha denunciato, per fare i corsi di recupero durante l’anno? L’aumento del numero di studenti per classe influisce negativamente sulla qualità della didattica e sulle reali opportunità di apprendimento. Vorremmo poi ricordarle che il documento di Europa 2020 chiede di dimezzarla la dispersione, non di aumentarla.

Come non  ce la fa con la fisica il ministro sembra non farcela con la matematica: diminuisce la percentuale di precari, ma diminuiscono in termini assoluti gli insegnanti. Quindi ci sono meno precari, perché, semplicemente, li ha tagliati.

Quanto ai disabili gli studenti con disabilità sono 282 mila l’85% ha un certificato che ne comprova la gravità quindi continuano a mancare all’appello 65 mila insegnanti di sostegno perché i più gravi hanno diritto ad avere un insegnante dedicato.

Questi dati certificano quindi il fallimento della sua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *