PROFUMO SAPRà ASCOLTARE, PRIORITARIA LOTTA A DISPERSIONE

“Siamo convinti che, come già dimostrato con gli studenti, il nuovo ministro dell’istruzione saprà
ascoltare le parti sociali e le proposte che arriveranno dalle parti sociali e
dai gruppi parlamentari. Combattere le disuguaglianze e affrontare con
determinazione la lotta alla dispersione scolastica come chiede il documento di
Europa 2020 crediamo debbano essere le priorità di una nuova agenda politica per
la scuola pubblica”. Lo dice Francesca Puglisi, responsabile Scuola della
Segreteria Pd, riguardo le proposte emerse nella conferenza stampa della Flc
Cgil.

“Per questo – continua Puglisi- occorre affrontare alcune emergenze: tornare ad assicurare a
tutti i bambini e le bambine un posto nella scuola dell’infanzia, affrontare le
drammatiche condizioni in cui versa l’edilizia scolastica, eliminare le classi
pollaio restituendo condizioni di vivibilità a chi studia e lavora.

Le risorse, da investire per zone di educazione prioritaria,  possono essere
trovate nel miliardo di euro di fondi europei per le scuole del mezzogiorno e
nell’allentamento del patto di stabilità interno per quei comuni che investono
nella scuola dell’infanzia e nella qualificazione dell’edilizia scolastica. ci
sono circa 4,5 miliardi di euro immediatamente disponibili.

Poi ci sono riforme a costo zero che si possono realizzare come l’applicazione del Titolo V, il passaggio all’organico funzionale, una piena realizzazione dell’unica vera riforma epocale che e’ stata fatta, l’autonomia scolastica”.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *