NO AI TAGLI NELLA SCUOLA, DEPOSITATI EMENDAMENTI ALLA CAMERA

Il Partito Democratico ha depositato alla Camera gli emendamenti che bocciano l’aumento delle ore di lezione degli insegnanti e la relativa cancellazione di migliaia di posti di lavoro, e che correggono alcuni gravi provvedimenti della Spending Review sugli insegnanti inidonei, le scuole italiane all’estero e la monetizzazione delle ferie non godute dei precari della scuola.

Le coperture presentate a copertura intendono attingere le risorse necessarie dalle spese di parte corrente di natura rimodulabile del Ministero della Difesa o dai Fondi per la Vendita degli immobili dello Stato e dal Fondo Catricalà.

La nostra battaglia parlamentare per la qualità della scuola pubblica continua e siamo lieti che questa volta sia stata condivisa anche dalle altre forze della maggioranza.

E’ arrivato il tempo per il nostro Paese, di tornare ad allineare l’investimento nel capitale umano al resto d’Europa.

8 pensieri su “NO AI TAGLI NELLA SCUOLA, DEPOSITATI EMENDAMENTI ALLA CAMERA

  1. Speriamo che si risolva la questione dei docenti inidonei all’insegnamento. Inquadrarli nei ruoli ATA è una barbarie, si ci accanisce contro persone con problemi di salute. Tale operazione limita enormemente il diritto alla salute di persone bisognose di cure. Speriamo che la civiltà e la DEMOCRAZIA riprendano il loro corso “normale” in Italia.
    Salute Emanuela.

  2. giusto risolvere i problemi dei docenti inidonei ma al comma successivo della legge 135, la stessa sorte cioè il passaggio agli ATA è previsto per gli ITP c999 e c555 personale idoneo all’insegnamento e vincitore di concorso. Cosa si prevede per questi lavoratori il demansionamento dato che siamo solo 550 in tutta l’Italia?

  3. La norma che declassa i docenti “inidonei” ad ATA deve essere eliminata. Ci vuole un segno di civiltà e buon senso da parte del Governo e dei partiti che lo sostengono, PD in testa, affinchè ci siano sacrifici giusti per tutti e non solo per chi è più debole. Tutelare la salute e la dignità della persona e il principale dovere di ogni paese civile.
    Distinti saluti Gerardo

  4. Dopo dieci anni di supplenze come A.A (ATA) e nella speranza di una irrangiungibile stabilizzazione… mi ritrovo senza lavoro! un forte ringraziamento al Nostro Governo Tecnico! Ed un rinnovo di lotta comune ai i Docenti idonei ad altri compiti… che questo scempio non passi……..
    Onorevole Francesca Puglisi aiutateci!!!!!

  5. Dopo tanti Anni di precario come Personale ATA C.S. sono disoccupato da oltre 2 anni ho 52 anni sposato con tre figlie da mantenere a scuola
    non so cosa fare più.La prego mi aiuti sono disperato.aumentiamo l’organico di fatto di ogni provincia la gente della scuola sta morendo di fame di lavoro ed economico.Onorevole signora Francesca Puglisi mi aiuti la prego

  6. Oggi, apprendo dal COPDUS, blog dei docenti utilizzati in altri compiti di Sassari, che gli emendamenti che dovevano salvaguardarli, sono stati dichiarati non ammissibili dalla Commissione Bilancio. Questa è una tragedia per loro e per noi assistenti amministrativi che perderemo il lavoro. La delusione più grande è stato votarvi e credere in voi.
    Saluti.

  7. ieri in piazza, noi docenti, eravamo veramente tanti, ma in televisione nemmeno una parola, si parla solo dei tafferugli.
    è necessario che il pd, se tiene alla scuola, la metta in primo piano e si faccia sentire, faccia capire ai cittadini come la pensa e le iniziative che sta prendendo dentro e fuori la camera.qualche giorno fa da me ai castelli romani era stata invitata la dott.ssa bastico ad un’assemblea aperta ai cittadini. purtroppo non la senatrice non è potuta essere presente, abbiamo bisogno di sapere e di sentire che voi siete uniti a noi per il bene della scuola pubblica
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *