Legge di stabilità:un pò di chiarezza sull’orario di lavoro degli insegnanti

I fondi e i gesti di generosità vanno cercati altrove. Non tagliando altri insegnanti. Sul “tempo di lavoro” dei docenti occorre fare chiarezza.

Quel che viene proposto nella legge di stabilità è l’aumento delle ore di lezione frontale dei professori, lavorando su più classi, per coprire non solo le supplenze, ma anche gli spezzoni d’orario. Tutto questo a stipendio invariato, che già oggi è il più basso d’Europa.

Così altro che sei ore in più a settimana: ci saranno per ogni insegnante, più compiti da correggere a casa, più lezioni da preparare, più genitori da incontrare. Un decadimento certo della didattica, di cui faranno le spese gli studenti ed una marea di docenti licenziati.

Una scuola davvero europea deve proporre un nuovo contratto agli insegnanti che riconosca in busta paga – se svolto a scuola – quel lavoro oscuro fatto oggi a casa e che incentivi ricerca didattica, lavoro di team e formazione in servizio.

Le riforme non si fanno tagliando, ma investendo.

17 pensieri su “Legge di stabilità:un pò di chiarezza sull’orario di lavoro degli insegnanti

  1. Continuate a divagare. DOVE SONO FINITE LE IMMISSIONI IN RUOLO ATA? se solo ci avrebbe provato Berlusconi a NON ASSUMERE GLI ATA MA SOLO GLI INSEGNANTI stavate tutti i giorni in piazza. SIETE DEI CLASSISTI ??? diritti anche per i PRECARI ATA !

  2. Parole, soltanto parole. La domanda è: se verrà posta la fiducia sulla legge di stabilità, per farla approvare così com’è, voi del PD siete disposti a non votare la fiducia e far cadere l’attuale Governo? Rispondete con un semplice “si” o “no”. Di tutto il resto ne abbiamo abbastanza.

  3. Gentile Francesca,
    la prego di non dimenticare, fra questi drastici cambiamenti che si rincorrono continuamente, per cui non si ha neanche il tempo di studiare eventuali strategie, che c’è un taglio del 40% nell’insegnamento all’estero.
    Le chiedo di continuare ad occuparsi, sia Lei che il partito, anche di questo problema.
    Grazie

  4. spero solo che alle parole corrispondano i fatti, se il PD voterà una proposta del genere solo per la fiducia, perderà tutti i nostri voti.

  5. Gentilissima Onorevole,
    le scrivo su suggerimento di alcuni suoi colleghi del PD e dopo un confronto con l’On. Fioroni riguardante il tema in oggetto. So che lei è già attiva su questo versante, e quindi le risparmio tutte le motivazioni contrarie a questo provvedimento che comunque sarebbe facilmente impugnabile giuridicamente una volta approvato, tanto è fragile normativamente. Semplicemente la informo che anche le scuole superiori della provincia di Treviso si stanno mobilitando a tutti i livelli contro questa ennesima follia: prestate attenzione dunque ai venti di guerra che arriveranno anche da NordEst.
    Chiedo cortesemente di tenermi informato sulle concrete azioni di contrasto che vorrà porre in essere subito.
    Cordialmente
    prof. arch.LC

  6. “Il governo taglia sanitá e scuola, non trova i soldi nè per gli esodati, nè per gli investimenti, ma si permette di spendere 14 miliardi nei caccia F35. Basta, non ce li possiamo permettere”. Questo è il commento del Presidente della Toscana.
    Cari Onorevoli del PD non votate questo SCELLERATO provvedimento delle 24 ore. Se Profumo e Monti devono recuperare risorse sappiano che gli F35 non ci servono. Gentile on. Puglisi cortesemente provveda a far leggere questi nostri messaggi ai suoi colleghi deputati e senatori (nel caso in cui essi non hanno tempo di leggerli).

  7. Belle parole, ma non basta. La classe docente, per riacquistare un po’ di fiducia e per avere le forza di entrare in classe in questi giorni, ha bisogno di sentirsi dire con decisione: non voteremo mai questa legge, a costo di far cadere il governo Monti. DITELO FORTE E CHIARO FIN DA SUBITO!

  8. Non vi sembra un po’ tardi per accorgervi, ADESSO, a cose fatte a dopo un anno di lacrime e sangue (ancora una volta !) dei fessi tra i fessi, alias i docenti, l’ultima ruota del carro della PA, che questo governo ha il volto del nemico di sempre? E voi ci state ancora a braccetto, siete “compagni di merende”. NOI siamo le vostre vittime: delle vostre bugie o, se preferite, della vostra incapacità di capire ed agire, ALMENO UNA VOLTA, CON INTELLIGENTE COERENZA. E mentre scrivo ancora una volta…dopo tutto questo, mi tocca sentire il vostro vero DEUS EX MACHINA: D’Alema in tv, ospite d’onore dalla vostra giornalista di fiducia, così come qualche sera fa ho dovuto sopportare il GRAN RIFIUTO di un altro grande vecchio responsabile, anche lui, di mille fallimenti, San Veltroni.
    Ma per piacere! BASTA

  9. La politica del rigore del presidente monti, il tentativo di distruggere la scuola da parte del prof Profumo penso debba finire qui..Noi professori precari , ma penso che a questo punto si associno anche quelli di ruolo, siamo stanchi di essere trattati come salvadanai per risanare il debito italiano. Sono già diversi anni che prima con la Gelmini e poi con Profumo paghiamo un prezzo altissimo che si è tradotto in migliaia e migliaia di posti persi e di speranze buttate al vento.
    l’ITALIA è ANCORA UNA DEMOCRAZIA , CARI POLITICI CHE CI RAPPRESENTATE FATE VALERE I NOSTRI DIRITTI E NON LASCIATEVI IMPORRE SIMILI PROVVEDIMENTI! VOGLIAMO UN “NO” SECCO ALLA LEGGE DI STABILITA’. I SOLDI LI PRENDANO ALTROVE!!

  10. Noto che, mentre ufficialmente il PD si scaglia contro le norme sull’aumento di orario ai docenti, in Commissione bilancio passa il D.L. senza lo stralcio dei commi della vergogna; tutto questo per giunta all’unanimità.
    Mi sa tanto che il PD ha una voglia matta di perdere ancora le elezioni…

  11. Molte le parole e i buoni propositi, pochi i fatti. Dal partito che nonostante tutto ho sempre votato mi aspetto cose concrete.
    Questa è L’ULTIMA OCCASIONE. Una volta tanto fate qualcosa di SINISTRA!!!

  12. Unanimità in Commissione Bilancio per gli emendamenti all’art. 3, compreso quello relativo alle scuole private. Nessun emendamento per le 6 ore aggiuntive, nessun intervento per sbloccare gli scatti di anzianità, nessuna proposta concreta da presentare in Parlamento. Vogliono dei conti, non delle dichiarazioni d’intento. Davvero mi costringerete a non votarvi più? Nelle scuole l’esasperazione la tocchi con le mani.

  13. Iniziamo a sprecare meno soldi pubblici abolendo il bando del concorsone. 1) Si risparmierà sul costo del concorso
    2) si risparmierà in spese di avvocatura che lo Stato dovrà affrontare per far fronte ai numerosissimi ricorsi.

  14. NON RITERRO’ POSSIBILE VOTARE ALCUN ESPONENTE APPARTENENTE AI PARTITI POLITICI CHE SI ASSUMERANNO LA RESPONSABILITA’ DI VOTARE IN PARLAMENTO UN PROVVEDIMENTO CHE SUONA COME LA DEFINITIVA CAMPANA A MORTO DELLA SCUOLA ITALIANA.

  15. Si aggiunga: io comincio a credere che la storia delle ore in più per i docenti delle medie inferiori e superiori sia uno specchietto delle allodole per spaccare il fronte insegnante e zitti, zitti far passare l’ex Aprea, che è il vero sfascio della scuola pubblica. Quindi Bersani non deve dire che voterà la legge di stabilità se modificheranno le norme sulla scuola, ma deve richiedere che vengano abolite. Sono iscritta, ho sempre votato PCI, DS, PD, ma NON NE POSSO PIU’. Se continua così alle prossime elezioni andrò a infoltire il numero degli astenuti.

  16. FORSE HO CAPITO DOVE ANDRETE A PARARE. AVETE (Sì, AVETE VOI E IL VOSTRO COMPARE MONTI) SPARATO IN ALTO ALLE 24 ORE PER POI FARCI INGHIOTTIRE LE 21 ORE CHE SICURAMENTE APPROVERETE, SPACCIANDOLE PER FRUTTO DELLA VOSTRA CAPACITA’ NEGOZIATRICE. E LA VACANZA CONTRATTUALE (SOLDI NOSTRI) MAGARI LA PRESENTERETE COME CONTRACCAMBIO DEL BLOCCO CONTRATTI SINE DIE.
    VERGOGNA.
    NON AVETE PUDORE. SONO ANNI CHE CI PERSEGUITATE. SPERO CHE FINALMENTE I COLLEGHI DOCENTI SI SVEGLINO (PRECARI E NON) E CAPISCANO CHE CON I TAGLI CI HANNO PRECARIZZATO TUTTI, PERCHé UN ANNO Sì E UN ALTRO …PURE SAREMO SOPRANNUMERARI, A RISCHIO MOBILITà COATTA E TAGLIO STIPENDIO. QUESTO è IL VERO OBIETTIVO. TANTO L’UNICO INTERESSE DEI SIGNORI POLITICI è ALLEVARE CAPRE CHE LI VOTINO E FORAGGINO I LORO VIZI E LA CARRIERA DEI LORO FIGLIOLI. I NOSTRI FIGLI NON FACCIANO GLI SCHIZZINOSI (FORNERO DIXIT).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *