Fermare il licenziamento del personale delle segreterie scolastiche

L’Onorevole Centemero forse non conosce il contenuto della cosiddetta “norma vergogna” della Spending Review che il Ministro Carrozza ha assicurato alle VII commissioni di Camera e Senato di voler cancellare, con la unanime condivisione delle commissioni stesse -PDL incluso.
Non si tratta affatto di impegnare risorse per favorire l’accesso di giovani nelle segreterie scolastiche, ne’ di “impiegare utilmente” persone altrimenti improduttive. Si tratta piuttosto di licenziare brutalmente 3500 persone che con dedizione e merito stanno lavorando da decine di anni come precari delle segreterie scolastiche, occupandosi per esempio di “cose complesse” come la rendicontazione dei fondi europei e tutto quel lavoro di contabilità e amministrazione che richiede la scuola dell’autonomia. Quel lavoro non può essere svolto da insegnanti “inidonei” ossia non “falsi invalidi”, ma persone che hanno gravi patologie e che per questo stanno svolgendo utilmente altri compiti, come l’apertura delle biblioteche scolastiche, o che avrebbero tutto il diritto di andare in pensione con l’istituto della dispensa, se lo vogliono.
Conosciamo le difficili condizioni economiche del Paese, ma crediamo che la scuola non possa subire altri tagli.

3 pensieri su “Fermare il licenziamento del personale delle segreterie scolastiche

  1. Gentile Senatrice Francesca Puglisi, il suo lavoro e i suoi sforzi per la cancellazione di questa SPORCA norma sui docenti inidonei, che da oltre 2 anni ha paralizzato e continua a penalizzare gli Assistenti ATA, devono essere premiati con l’abrogazione definitiva che deve essere fatta nel consiglio dei Ministri di lunedì 9. Non facciamoci intimidire dal PDL e della signora Centemero, il male della scuola comincia proprio dalla riforma Gelmini. Non credo che anche questa volta cederemo ai ricatti del PDL. Quando si e’ insediato il Governo Letta gli dissi per mail, ‘Riprendiamoci la Scuola”. Non molliamo adesso. Alla responsabile scuola Centemero gli auguro di provare solo per pochi giorni quello che stanno subendo da oltre 2 anni i docenti inidonei e gli assistenti ATA precari. Ricordo, come gia’ ha fatto lei, gli impegni che ha preso prima il PD e poi la ministra Carrozza, su questa triste pagina della scuola italiana. Marcello D’Andrea

  2. L’Onorevole Centemero Vuole assumere i precari licendiandoli? questa me la deve spiegare! se non abrogano la legge del passaggio forzoso del transito dei docenti non idonei ad altri compiti negli uffici di segreteria, si avranno queste conseguenze:

    1) Perdita di personale qualificato negli uffici di segreteria, quindi perdita di servizio al pubblico ai genitori e agli alunni stessi.

    2) Su quei posti dove transiteranno i docenti inidonei, attualmente sono coperti da personale precario con esperienza decennale, con conseguente licenziamento di 3500 Assistenti Amministrativi precari;

    3) Molti docenti indonei ad altri compiti e quindi con gravi patologie, sono costretti ad assentarsi per cure mediche, e quindi la scuola sara costretta a chiamare un supplente, cosi vanficando il risparmo che il governo si era prefissato con la lege spending review!

    oramai siamo arrivati alla frutta…. Questa degli indonei e una vicenda ignobile evergognosa

  3. Gentilissima Sig.ra Puglisi io le ho scritto altre volte,i miei erano appelli accorati per non perdere il mio lavoro da assistente amministrativa PRECARIA DA 13 ANNI, vorrei ringraziare chi ha ascoltato le mie preghiere ed è tornato ad aiutare il suo elettorato .
    Io quando ho saputo del NON TRANSITO ho pianto, ma forse Lei non può capire, ho 46 anni sono una mamma e una moglie ma prima di tutto vorrei essere una donna che lavora con delle certezze in un settore fondamentale per il nostro paese che non è solo una serie di numeri ma un insieme di persone che lavorano con abnegazione e devozione, in settore meraviglioso che crea non SERVIZI ma PERSONE per un paese meraviglioso come il nostro.(Peccato che chi ci governa molte volte non pensa alla scuola in questi termini ) Non sò se passerò di ruolo ma so che una decisione giusta è arrivata non solo per noi ma anche per tutto il mondo della scuola .
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *