CONCORSO PRESIDI, PUGLISI (PD): IN APPALTO INCLUSO ANCHE IL LIBERO INSULTO AI PROF?

“Mi chiedo se nella gara per l’assegnazione dell’appalto da diverse centinaia di migliaia di euro per la correzione delle prove preselettive del concorso da dirigente scolastico, fosse incluso anche il libero insulto agli insegnanti concorrenti da parte della ditta appaltatrice”: lo afferma Francesca Puglisi, Responsabile Scuola Segreteria Pd in relazione alle dichiarazioni del presidente Fomez.
 
“Certo – prosegue Puglisi- questo Governo e il Ministro Gelmini hanno ormai fatto scuola, ma arrivati a questo punto,  e’ il Governo ad aver paura di essere valutato dagli elettori, restando aggrappato con le unghie e con i denti alle proprie poltrone e un Ministro che ha fatto somministrare a degli aspiranti dirigenti scolastici test con il 20% dei quesiti errati ed alcuni di libera propaganda”.

Un pensiero su “CONCORSO PRESIDI, PUGLISI (PD): IN APPALTO INCLUSO ANCHE IL LIBERO INSULTO AI PROF?

  1. La denuncia delle anomalie va bene ma quando una prova preselettiva si trasforma in una “corsa ad ostacoli” e in una “gara di velocità” ( librone di difficile consultazione, molti quesiti scritti in corrispondenza del margine di rilegatura hanno richiesto non un minuto ma diversi minuti per la sola lettura, le pagine ruvide che hanno reso difficoltoso lo sfoglio delle pagine, la necessità di bloccare le pagine durante la lettura per evitare che “il librone” si richiudesse, le tre pagine che hanno impegnato i nostri occhi a scorrere tre pagine contemporaneamente, senza parlare degli errori contenuti nei quesiti e dell’impostazione degli stessi) ci sarà concessa la possibilità di ricorrere o si è provveduto anche a rivedere le norme che regolano i concorsi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *